Carlo Pestelli

home vita testi dischi concerti stampa contatti foto link

Carlo Pestelli: Testi delle Canzoni

Carlo Pestelli: Lungo Fiume

	LUNGO FIUME

	Non è l'alba, non ancora
	e son solo come un uomo
	mentre il giorno veste a nuovo.
	Passi nella pioggia, come me c'è chi appoggia
	l'andatura ad un'alba ancora scura.
	Voci marginali dagli accenti diseguali
	sono contorno alla nascita del giorno.
	Notte che mi piace attraversare, lungo fiumi senza sale.
	Intanto tu, più giustamente ti riposi,
	ché domattina indosserai
	sorrisi che a un capoufficio a colazione
	dovrai fare donazione,
	ma tanto sai che presto o tardi
	ci ritroveremo al solito treno
	o in quella cosa che fu
	molto più di un pretesto per non andare a letto presto
	e arrivare all'aurora che come vedi aspetto ancora.
	In una notte dove un fiume senza argini e corrente
	segue i passi di gente
	che se di tutto si veste, più nulla sente
	a pestare acqua morta, senza una faccia di scorta.
	Suoni digitali di telefoni lontani
	me ne accorgo per sbaglio, ma non sono che dettaglio
	di una notte, che perde le piume nel letto di un fiume.
	Invece tu più giustamente ti riposi,
	Ché domattina indosserai
	Sorrisi che verranno bene a pausa pranzo
	con quel tuo capoufficio da romanzo,
	ma tanto sai che lungo Dora, ci ritroveremo ancora
	in quella cosa che fu molto più di un pretesto
	per uscire dal contesto
	e arrivare all'aurora che come vedi aspetto ancora.
	

Ultima modifica il 15-01-2008

Valid HTML 4.0 Transitional | Valid CSS! |