Carlo Pestelli

home vita testi dischi concerti stampa contatti foto link

Carlo Pestelli: Testi delle Canzoni

Carlo Pestelli: Il mio nome è Uccello

	Il mio nome è Uccello 
	 
	Il mio nome è Uccello e il mio volo rassomiglia a un disco volante. 
	Il volto di mia madre non l'ho mai saputo, mio padre lo ricordo appena 
	Perché a sette anni mi ha venduto. 
	Ma prima mi ha insegnato l'abc dell'advertising 
	E con un depliant mi ha spiegato che il restyling 
	una volta supportato dal frenchising… 
	E' una questione di merchandising. 
	Le mie scarpe costan care, poco meno di un milione 
	e gli occhiali son firmati Valentino. 
	Ma se vado in un salotto della televisione 
	ho le lenti a contatto per fare meglio l'occhiolino; 
	al mio pubblico che occhieggia fiducioso in prima fila, 
	venderò buona ogni scoreggia, tanto i miei peti,
	non subiscono censure o veti e per contratto 
	sono tutti pubblicati su libri patinati. 
	Il mio nome è Uccello, e come ogni volatile che si rispetta 
	cambio spesso ramo, cambio molto in fretta. 
	Oggi sono al premio Strega, domani al Campiello, 
	e se domenica non so che fare mi candido al Mugello. 
	Ieri eloquenteggiavo in un salotto televisivo, 
	oggi scriverò un sonetto per lo spot del detersivo. 
	Ieri gigioneggiavo a un dibattito della radio, 
	oggi scriverò due righe per la curva dello stadio.
	 
	Sono un tipo today, vivo just-in-time 
	io Tarzan tu Jane, Marijuana legalize. 

	Ma il mio nome è Uccello 
	E il mio compito è riempire gli spazi lasciati vuoti dalla fantasia 
	Il mio volo è per ogni stagione e in questo mondo senza più sete 
	Mi basta un portatile, una ventiquattrore, un portamonete. 
	Io riscrivo la storia in poco meno di un baleno, 
	tanto il pubblico muove la coda come il cane più scemo 
	che scodinzola: "sì padrone" e mi lecca la mano 
	quando scrivo la mia prefazione tipo Sergio Romano.
	 
	Sono un tipo today, vivo just-in-time 
	io Tarzan tu Jane, Marijuana legalize. 


Ultima modifica il 15-01-2008

Valid HTML 4.0 Transitional | Valid CSS! |